CRISTIAN LOCATELLI

Sono un fotografo. Di sicuro, più che le parole è il mio sguardo che, posandosi sulla natura e sulle persone tratteggiandole nei colori dei ricordi di una fotografia, meglio di ogni altra espressione mi può presentare nel migliore dei modi.
Le montagne, corona impagabile del lago dalle acque cristalline e accarezzate dai venti, sono un quotidiano invito alla sfida. Non solo perché mi piace avventurami su di esse in sudate salite o in affascinanti discese sul loro manto bianco di neve, soprattutto perché mi spronano a superarmi nei miei limiti, nei miei sogni, nelle mie capacità.
È grazie a questo particolare paesaggio che presto il mio occhio si è innamorato dei particolari. E non ho potuto far altro che immortalare tutto nelle mie fotografie, pura arte di bellezza e meraviglia: l’ebbrezza del movimento durante le serate nei locali presenti sul territorio, gli sguardi e i gesti spontanei di persone durante i servizi fotografici a loro dedicati, le gioie e le sconfitte negli eventi sportivi, e anche la realizzazione di menù nel settore della ristorazione, la fatica di chi lavora nell’edilizia e di chi con tenacia si misura per portare a termine il proprio sogno di creare attività imprenditoriali e renderle belle con le mie fotografie.
La Breva e il Tivano, che smuovono e a tratti violentano le acque del lago, mi hanno sospinto in avventure lontano da casa, in villaggi turistici italiani ed esteri, come Sestriere e Santorini. Qui ho imparato a trasformare tre miei difetti in tre grandi passioni: la mia iperattività in coraggio di viaggiare, la mia timidezza in gioia di conoscere persone, le mie paure in sfida continua a esplorare nuovi luoghi.
Le mie fotografie, attenti ricordi di luoghi e persone, racchiudono storie ed emozioni, ma soprattutto raccontano di me, dei miei sentimenti, della mia gratitudine alla vita, vera scuola da frequentare ogni giorno.
Ecco, tutto questo sono io, Cristian Locatelli.

You cannot copy content of this page